A Taste Of Dance

BRYAN ARIAS: nato a Ponce, Puerto Rico, si trasferisce con la sua famiglia a New York all’età di 9 anni. Si forma a La Guardia High School for the Performing Arts, ricevendo però molte influenze da differenti stili di danza urbana e popolare.

Come danzatore si esibisce con alcune delle più importanti compagnie del mondo come: Complexions Contemporary Ballet, The Netherlands Dance Theater (NDT), e Kidd Pivot, la compagnia di Crystal Pite.

Ha dato origine ed interpretato ruoli in opere di importanti coreografi tra cui Jirí Kylián, Ohad Naharin e Crystal Pite.

Come coreografo, Bryan vince numerosi ed importanti premi, e crea per la Juilliard School, Netherlands Dance Theater 2, Ballet vorpommern (Germania), The Scottish Ballet, Tanz Lucerne Theater, Ballet Basel, The Paul Taylor Company, Charlotte Ballet e Aspen Santa Fe Ballet.

Intervista a Bryan Arias, tra i coreografi di “Cdw Officina Estiva” nel festival “A taste of dance”
di Laura Guarducci

 

Come è iniziato il suo percorso nella danza?

E’ stato un fatto naturale. Sono cresciuto a Porto Rico. La danza è una parte della nostra cultura.

Cosa le trasmette la danza?

La danza mi permette di connettermi di più a me stesso in contrapposizione con le nostre vite dominate dal computer e dalle tecnologie elettroniche. E’ un modo per sentirmi umano, per entrare in contatto con la mia umanità attraverso emozioni e pensieri.

Che significato ha per lei la danza contemporanea?

Danza contemporanea significa presente. Creare un lavoro nel tempo che stiamo vivendo. E’ un processo di lavoro sullo stile e sul pensiero.

Come sta lavorando con gli studenti?

Voglio portarli a compiere scelte, a porsi domande. Con l’avanzare del tempo, si impara ciò che è indispensabile. Mi interessa fornire idee, modalità di movimento, che partano dall’interno verso l’esterno. E’ un percorso lungo e difficile, ci vuole tempo, ma dà i suoi risultati.

Cosa ha provato nel partecipare a questo festival?

L’eccitazione per qualcosa di nuovo. E’ un festival nuovo, che sta aprendo una breccia, mette radici, per farsi strada nel territorio. Permette di far entrate in contatto persone, di animare un luogo.

Quali sono le caratteristiche del suo stile di danza?

Minimalista, umano e di stimolo al pensiero.

Quali sono i suoi progetti futuri?

Ci sono in vista nuovi progetti in Cina.